Fanzolo, la Stazione al Gruppone Missionario

La stazione di Fanzolo è definitivamente passata in consegna al Comune di Vedelago che ha sottoscritto con Rete Ferroviaria Italiana SpA di Mestre la definitiva concessione di destinazione d’uso che prevede l’affidamento degli stabili della stazione al Comune. “Un passo importante” sentenzia il Vicesindaco Marco Perin “ che adempie ad un punto del nostro programma elettorale che prevedeva appunto il dare nuova vita alla stazione di Fanzolo”. Ora l’amministrazione procederà con la concessione in sub comodato d’uso dei locali, all’associazione di volontariato il Gruppone Missionario, che da un anno a questa parte è diventato il principale interlocutore per l’assegnazione della medesima, grazie al lavoro che ha ha visto attorno al tavolo i volontari e la consigliera comunale Mara Carraro. “La stazione avrà una nuova vita” asserisce il Sindaco Cristina Andretta mentre firma il contratto con le Ferrovie Italiane “ creare un centro vivo culturalmente, in quello che solitamente potrebbe diventare uno stabile incline al degrado, è un segnale forte per tutte le nostre comunità”. Ora che il primo piano della stazione ed il magazzino a lato, appartengono al comune, alcuni referenti dell’amministrazione e altri incaricati dell’associazione il Gruppone missionario si troveranno per redigere un dettagliato piano d’intervento per la messa in sicurezza dello stabile stesso. “ Sono già stati stanziati dal comune 10.000 euro per la messa appunto dei locali e dalle Ferrovie 27.000 euro per il cambio degli infissi e delle balconate” spiega il vice sindaco Marco Perin “ assieme ai volontari del Gruppone cercheremo ora di capire come procedere per restituire alla comunità un luogo pieno di vita”. Ed in effetti, i locali della stazione prenderanno vita in molti modi, come racconta Andrea Visentin, un giovane volontario del Gruppone che da sempre ha seguito gli sviluppi attorno alla stazione “ Vogliamo creare un luogo che sia di stimolo creativo peri giovani, che sappia proporre laboratori artigianali eco sostenibili e socialmente educativi; da qui l’idea di collaborare con altre associazioni per dare vita a serate culturali e spazi ricreativi di comune utilità”. Un risultato, quello della firma del contratto tra Ferrovie e Amministrazione, che incita tutti a proseguire serrati per realizzare veramente un luogo di fervore creativo e di comune interesse per tutta la cittadinanza vedelaghese, ora più che mai, visto che i progetti sembrano concretizzarsi realmente attorno a questa firma.