Villa Emo e le sorgenti del Sile, le eccellenze di Vedelago unite da una pista ciclabile

Via ai lavori per la realizzazione della pista ciclabile che collegherà la frazione di Fanzolo al centro di Vedelago, ma soprattutto le due eccellenze turistiche del comune, ovvero Villa Emo e le sorgenti del Sile, un'opera da 500.000 euro che partirà da Fanzolo per arrivare a poche centinaia di metri dal centro cittadino. «La spesa sostenuta per intero dalle casse comunali - spiega il Vicesindaco Marco Perin - fa parte del nostro piano ciclabile che ha come fine quello di unire tutte le frazioni a Vedelago; questa pista era già stata messa in preventivo nel 2013 e ora vedrà la sua conclusione a giugno». Dal centro di Vedelago proseguendo in direzione Albaredo, scenderà per via Corriva fino a Porta dell'Acqua e ai "Fontanassi del Sile". "Le operazioni di realizzazione del tracciato procederanno in questi mesi senza compromettere il flusso automobilistico, i lavori potranno infatti procedere a lato della carreggiata senza bisogno di interruzioni alla viabilità. Abbiamo puntato anche sulla sicurezza - continua il Vicesindaco - creando un fossato di un metro e mezzo che separerà la strada dalla pista ciclabile; inoltre nell'attraversamento della rotonda antistante all'hotel Antica Postumia procederemo con l'installazione di un semaforo a tutela del passaggio dei ciclisti». Il progetto ha fatto già nascere una bella idea al Gruppone Missionario che ha preso in gestione la stazione di Fanzolo a pochi metri da villa Emo (curiosità: è forse il patrimonio dell'umanità più vicino ad una stazione) in relazione al cicloturismo, come proporre un bicinoleggio a servizio di chi visita il capolavoro palladiano o i Fontanassi del Sile o viceversa: in questo modo sarebbe valorizzata l'eco sostenibilità di questa ciclabile.