Newsletter 10 - Monumento Fossalunga

Fossalunga, restaurato il monumento ai caduti


Grazie agli alpini vedelaghesi ora il monumento ai caduti di Fossalunga ricorda i nomi di tutti coloro che sia da civili che da militari sono morti non solo nella Prima Guerra Mondiale ma in tutti i conflitti del secolo scorso. Lo scoprimento del monumento tornato a nuova vita grazie si è tenuto nell'ambito delle commemorazioni del 4 novembre, che si sono concentrate a Fossalunga, seguendo la turnazione che vede ogni anno celebrarsi la ricorrenza in una frazione diversa . " La novità più importante - spiega l'assessore alla Cultura Denisse Braccio - riguarda il reinserimento dei nomi dei caduti militari e civile di Fossalunga di tutte le guerre, non solo quelli della Prima Guerra Mondiale, nell'intenzione che questo diventi un monito per le giovani generazioni circa il dramma della guerra in genere, anche oltre alla Grande Guerra di cui ricorre il centenario". Nutrito il programma degli eventi con cui è stata ricordata la fine della Prima Guerra Mondiale: nella biblioteca comunale si è tenuta la presentazione del volume "Vedelago, i ragazzi del '99 e le retrovie del fronte del Piave" con l'autore Fabio Bortoluzzi, lo storico Giacinto Cecchetto e il coordinatore del progetto "Memoria di popolo nella Grande Guerra" Angelo Rigo. Cerimonia pubblica poi il 4 novembre dove sono stati protagonisti gli alunni della scuola primaria di Fossalunga, che hanno eseguito l'inno nazionale prima dello scoprimento del monumento restaurato e poi altri canti preparati per l'occasione. La commemorazione ufficiale si è poi tenuta domenica 6 novembre sempre a Fossalunga con la messa solenne nella chiesa parrocchiale e l'omaggio floreale a quello che ora è il monumento di tutte le vittime della guerra.