Parrocchie e Giunta si alleano e salvano la scuola di Albaredo

Image Parrocchie e Giunta si alleano e salvano la scuola di Albaredo

da La Tribuna di Treviso

Il Comune ripiana il buco di 30 mila euro con un contributo Il sindaco: «Ora un progetto per superare l'emergenza»

La Scuola Materna di Albaredo
Zoom
La Scuola Materna di Albaredo


Il Comune a fianco alle parrocchie: salvo l' asilo di Albaredo.
La giunta, guidata dal sindaco Cristina Andretta, ha deliberato un contributo straordinario a favore dell' istituto albaredese, pari a 20 mila euro. Una boccata d' ossigeno per la scuola che la mette al riparo da una situazione di emergenza.
La richiesta di aiuto era partita proprio dalle scuole parrocchiali, che si sono radunate e si sono rivolte al Comune.
All' unanimità, tutte e cinque le scuole parificate vedelaghesi hanno chiesto di dare un aiuto alla materna di Albaredo, quella più in difficoltà.
L' istituto infatti da qualche anno ha visto un lento e progressivo calo del numero di bambini iscritti. Attualmente sono una trentina.
Troppo pochi per poter garantire la sopravvivenza finanziaria della scuola. Per poterlo fare ci vorrebbe almeno una sessantina di alunni. Questa situazione di difficoltà (provocata da diversi fattori, tra cui anche la diminuzione di famiglie extracomunitarie presenti nella frazione) ha creato nell' ultimo biennio un problema enorme per la materna, che ha chiuso entrambi gli anni con il segno negativo. Il debito accumulato è attorno ai 15 mila euro l' anno. Un "rosso" dovuto esclusivamente al fatto che l' asilo ha un numero di iscritti troppo basso per garantire il pareggio di bilancio. Nell' arco di un biennio si sono accumulati 30 mila euro di danni. La richiesta al Comune da parte di tutte le paritarie è stata di un aiuto economico per questa scuola. E così è stato.
La giunta ha deliberato un aiuto straordinario di fine anno di 20mila euro. Intenzione dell' esecutivo è di procedere con un altro contributo di 10 mila euro in modo da appianare il buco di bilancio.
«La volontà dell' amministrazione è stata di fare quanto possibile per dare un aiuto alle scuole parificate», spiega il sindaco Cristina Andretta, «per questo è stato approvata l' erogazione del contributo. Credo però sia importante riflettere guardando al futuro oltre all' emergenza. Vanno trovate soluzioni nuove a livello di gestione, per riorganizzare il servizio in modo da renderlo più efficiente».
Il Comune stanzia un contributo ordinario di 163 mila euro l' anno alle 5 scuole parificate parrocchiali. Il 55% del contributo viene diviso in maniera uguale per tutte, mentre il 45% va suddiviso in base al numero degli iscritti 

(di Daniele Quarello per La Tribuna di Treviso)