Sesta variante generale al Piano degli Interventi

Image Sesta variante generale al Piano degli Interventi

Con la presentazione da parte del Sindaco al Consiglio Comunale, durante la seduta del 26 maggio 2020, del Documento programmatico che contiene gli indirizzi dell'Amministrazione Comunale in tema di assetto del territorio, è stata avviata la procedura per la redazione della sesta variante generale al Piano degli Interventi del Comune di Vedelago.
Nel documento programmatico sono indicati i temi che verranno afrontati con la variante al Piano degli Interventi, rispondendo all'esigenza di aggiornare gli strumenti urbanistici che oggi disciplinano il territorio alle disposizioni normative sopravvenute, temi che si possono così riassumere:

1) Verifica dello stato di attuazione delle previsioni urbanistiche vigenti ed in particolare del dimensionamento e localizzazione degli standard comunali e delle aree assoggettate a PUA finora non presentato.

2) Fabbricati non più funzionali all’attività agricola nell'ottica del recupero del patrimonio immobiliare e della riduzione del consumo di suolo.

3) Attivazione dei nuovi strumenti prefigurati dalla recente normativa regionale (L.R.14/2019) quali Crediti edilizi da rinaturalizzazione, Riqualificazione edilizia ed ambientale, Riqualificazione urbana e Rigenerazione urbana sostenibile.

4) Valutazione ed eventuale recepimento delle richieste dei cittadini comportanti trasformazioni urbanistiche. Sarà cura dell’Amministrazione comunale valutare le possibilità di attuazione delle trasformazioni richieste, anche alla luce della norma sul contenimento del consumo di suolo, e prevederne il recepimento nella strumentazione urbanistica comunale, qualora compatibili con il quadro programmatorio sovraesposto. Al fine di garantire equità di accesso, verrà proposto un apposito bando pubblico, anche al fine di coinvolgere direttamente la popolazione alla formazione delle scelte. Priorità verrà data alle proposte di razionalizzazione delle previsioni di trasformazione già compiute ed a quelle attività che non comportano ulteriore consumo di suolo.

5) Attuazione di disposizioni regionali mediante unificati più procedimenti, facenti capo al processo normativo regionale, prevedente adempimenti periodici per le pubbliche amministrazioni. In particolare i procedimenti di cui alle cosiddette Varianti verdi per la riclassificazione di aree edificabili e la verifica della situazione commerciale comunale, alla luce degli adempimenti previsti dalla L.R. 50/2012, con valutazione delle politiche relative alle medie strutture commerciali e loro possibilità di allocazione.


Si riporta di seguito il Documento Programmatico completo e la delibera di Consiglio Comunale n°22 del 26/05/2020.